,

Venezia: Festa de la Sènsa

regata per la festa de la sensa a venezia

Festa de la Sènsa e Sposalizio del mare

27 e 28 maggio 2017

Venezia

La Festa de la Sènsa è una delle più antiche tradizioni veneziane a commemorazione di due eventi importanti per la Serenissima Repubblica di Venezia;

  1. il primo evento risale al 9 maggio dell’anno 1000 quando, il doge Pietro II Orseolo salvò le popolazioni della Dalmazia minacciate dagli Slavi.
  2. Il secondo è collegato all’anno 1177, quando, sotto il doge Sebastiano Ziani, Papa Alessandro III e l’imperatore Federico Barbarossa stipularono qui il trattato di pace che pose fine alla disputa secolare tra Papato e Impero.

Oggi la celebrazione è puramente simbolica e rievoca lo Sposalizio del Mare, antico rito gestito dal Doge a suggello del rapporto tra Venezia e il mare. Il cerimoniale ora viene presieduto dal sindaco del comune di Venezia che, con il corteo in regata, raggiunge la bocca di porto vicino alla Chiesa di San Nicolò del Lido dove getta l’anello benedetto dal Patriarca di Venezia.

sposalizio del mare

Questa attrazione turistica si svolge dal bacino di San Marco ed è accompagnata da regate pittoresche della voga alla Veneta in cui vengono indossati vecchi costumi tradizionali.

Programma a Venezia, Festa de la Sènsa 2017:

SABATO 27 MAGGIO

Cerimonia della Sènsa

DOMENICA 28 MAGGIO
Raduno delle imbarcazioni alle ore 9 in Bacino di San Marco per il Corteo acqueo della Sènsa.

Dalle ore 9,30 il corteo si snoda verso S.Nicolò di Lido celebrando il rito dello Sposalizio del Mare davanti alla chiesa di San Nicolò del Lido.

Percorso delle Regate: Bacino di San Marco – Riviera San Nicolò al Lido, dove a seguire si svolgeranno le premiazioni.

Scegliere un breve soggiorno a Jesolo ti permetterà di partecipare in modo economico a questo evento a Venezia, con la nostra offerta weekend a maggio ti rimborsiamo una parte sul biglietto del traghetto con motonave da Punta Sabbioni e i bambini soggiornano gratuitamente fino ai 6 anni.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *