, ,

Muri d’Arte Jesolo Pineta: un museo all’aperto

percorsi sacri jesolo

Il Villaggio Pineta ha un evento, gratuito e disponibile a tutti che non chiude mai, neanche al termine della stagione estiva: i Muri d’arte Jesolo Pineta.

Si tratta di decine e decine di opere murales che decorano e ravvivano con i loro colori le facciate delle case del Villaggio Pineta in un itinerario che si ispira alla natura e costituiscono un prezioso patrimonio artistico e culturale.

Sono dei veri e propri quadri dipinti ed esposti in un museo a cielo aperto, disponibili alla vista di chiunque passeggi lungo le vie del Villaggio Pineta.

Ogni casa racconta la sua storia e in ogni tela racconta la realtà e la memoria storica di Jesolo.

In quasi sessanta opere realizzate lungo l’arco di vent’anni diversi artisti locali, ma anche vari artisti internazionali, si sono riuniti al Villaggio Pineta all’inizio di ogni stagione estiva dal 1997 per dedicarsi a rappresentare e a raccontare, con opere di grande impatto visivo, la realtà del mare e della Pineta.

Molte opere sono dedicate a Venezia e alle sue origini, un legame strettissimo lega l’ascesa della Serenissima e questa terra di antichi pescatori.

La Pineta è diventata un luogo d’arte

Nei temi che ogni anno caratterizzano la manifestazione Muri d’Arte Jesolo Pineta una parte importante è stata dedicata al Percorso Sacro.

Quest’anno quattro amici artisti: Paolo, Enzo, Almo, Carlo hanno ultimato il Percorso Sacro dedicato a “Maria madre di Gesù e Regina dei cieli”, un ciclo durato quattro edizioni e che ci lascia oggi una scia di dipinti a ripercorrere le tappe della vita di Maria.

Qui l’articolo di presentazione dei Muri d’Arte Jesolo Pineta

Si tratta di opere che raccontano la storia più bella e più dolce del mondo, la storia di una Madre che vive in Santità.

La presenza di Maria è profondamente radicata nella storia di questi litorali: un porto di approdo nei momenti difficili, una tenera carezza nel bisogno di conforto.

Il Patriarca Francesco Moraglia ha presenziato l’inaugurazione sabato 19 giugno e ha ricordato la lunga attività del Comitato Villaggio Pineta, testimonianza di continuità dell’operato di un gruppo di persone che si sono dedicate alla collettività, a valorizzare la bellezza paesaggistica della Pineta e alla storia di un territorio in un percorso iniziato proprio vent’anni fa.

Nella cornice naturale della Pineta di Jesolo le figure dei murales invitano a fermarsi per ammirare e godere delle bellezze che spesso solo gli occhi del cuore sanno riconoscere ed amare.

Vi lasciamo alcune immagini del Percorso Sacro concluso quest’anno:

 

Le edizioni e i temi dei Muri d’Arte Jesolo Pineta:

I edizione (1997) Mare e Pineta
II edizione (1998) Il Pescatore
III edizione (1999) I Mestieri
IV edizione (2000) Le Quattro Stagioni
V edizione (2001) Le Dune
VI edizione (2002) Venezia e le sue origini- Pitture
VII edizione (2003) Venezia e le sue origini – Sculture
VIII edizione (2004) Tramonto sul Mare
IX edizione (2005) Camminando sulla Spiaggia
X edizione (2006) Nettuno Dio del Mare
XI edizione (2007) Il Contadino del Mare
XII edizione (2008) Mare in Burrasca
XIII edizione (2009) Dentro la barca
XIV edizione (2010) La Gondola
XV edizione (2011) Il vecchio del mare
XVI edizione (2012) Tradizioni popolari
XVII/XX edizione (2013/2016) Maria, madre di Gesù e Regina dei cieli

Una mostra che continua ad ampliarsi ogni anno, il tema dei Muri d’Arte 2017 è: la Via Crucis che completa il percorso religioso in Pineta dal 5 all’11 giugno 2017.

Hotel Oasi Verde è la sede del Comitato Villaggio Pineta e ogni anno ospita gli artisti nella settimana dell’arte.

I Muri d’Arte Jesolo Pineta rappresentano un percorso affascinante e spettacolare che induce alla riflessione come solo l’arte sa fare.

 

Chiedi informazioni oppure prenota il tuo soggiorno!

hotel oasi verde

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividi sui social

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *