, ,

Itinerari enoturistici in Veneto: la strada del Prosecco

la strada del prosecco

La strada del Prosecco protagonista in settembre tra gli itinerari enoturistici in Veneto

Se dalla spiaggia di Jesolo orientate lo sguardo verso nord non potrà sfuggirvi uno spettacolare scenario che vi si apre alla vista: le Dolomiti.

In certi limpidi giorni sembrano così vicine da poterle quasi toccare con un dito, un invito stimolante per un’escursione in giornata nel cuore di un territorio spettacolare e unico quale è il Veneto.

Avvicinandosi alle montagne più belle del mondo lo sguardo si apre alla vista delle colline del prosecco, in un sistema geomorfologico unico per la particolarità delle sue forme e che risulta raro a livello mondiale.

Settembre oltre ad essere il mese in cui si può ammirare una spettacolare vendemmia è anche il mese di grandi celebrazioni lungo la strada del Prosecco.

La Strada del Prosecco: naturali inclinazioni

Lungo la strada del Prosecco lo spettacolare itinerario enogastronomico che tra paesaggi storici e curati vigneti regala emozioni spesso mozzafiato e ad ogni angolo svela sempre nuove ed inattese prospettive. In questo territorio il secolare rapporto tra la terra, l’uomo e le sue attività ha dato vita ad un’intensa e variegata trama di vigneti nei suoi versanti creando un paesaggio colturale viticolo straordinario.

Uno scenario collinare suggestivo fatto di declivi, dolci e verdi gobbe dove i filari di viti si intrecciano con magnifici panorami dalle tradizioni e dai saporti tutti da scoprire.

A settembre inizia la vendemmia, uno dei momenti più affascinanti e delicati, ma sicuramente tra i più faticosi, per la buon riuscita del vino e le colline del prosecco si animano di un’attività che è vissuta tradizionalmente con grande intensità dalla comunità locale, quando tutto il mondo vitivinicolo si mette in moto per produrre uno dei vini più apprezzati al mondo: il Prosecco Superiore.

strada del prosecco In questo territorio la vendemmia è eroica, tutta fatta a mano, legata a terreni dai versanti ripidissimi, in modo particolare nella zona del Valdobbiadene, ricoperti di vigneti fino all’ultimo metro, dove spesso è necessario arrampicarsi su per le colline, che non consentono l’utilizzo di mezzi meccanici, per raggiungere ogni singola vite e per trasportare l’uva lungo i declivi.

Tra gli itinerari enoturistici in Veneto la strada del Prosecco, la più antica strada enoturistica italiana, è un tour che percorre le colline della Marca Trevigiana da Conegliano a Valdobbiadene.

Paesaggi autentici di cultura e tradizioni

Prima di immettersi sulla strada del prosecco merita una salita al Castello di Conegliano per godere di un panorama speciale: oltre la pianura c’è Venezia e la sua laguna, dalla parte opposta ci sono le Prealpi e le Dolomiti, che proteggono questi versanti esposti al sole dal freddo del nord.

Ed è questo il primo elemento segreto per la particolare coltivazione di queste vigne miracolose: il clima.

Il secondo segreto è la terra, un’antichissima barriera corallina emersa dal mare 250 milioni di anni fa.

Ma è il terzo segreto la chiave dell’evoluzione di questo splendido vino: gli uomini, che da tempi antichi sanno come prendersi cura dei vigneti su queste rive, il termine che in dialetto veneto indica un terreno scosceso e ripido di non facile coltivazione, dove si coltivano uve di particolare qualità ma dove il lavoro, sempre manuale, viene moltiplicato per cinque rispetto alla pianura.

I 50 anni della strada del Prosecco

In occasione della celebrazione dei 50 anni della strada del prosecco si aprono una serie di coinvolgenti celebrazioni dal secondo weekend di settembre, lungo un percorso che guida i visitatori tra vigneti, borghi e paesi dove si respira tutto il sapore dell’arte enologica e la storia e la cultura di un territorio che ha già ottenuto il riconoscimento di Paesaggio Rurale Storico e che è candidato alla nomina di Patrimonio Unesco, inserendosi perfettamente tra i siti già Patrimonio dell’Umanità: le Dolomiti e Venezia.

Da venerdì 9 settembre a domenica 11 settembre avrà il via la prestigiosa Centomiglia sulla Strada del Prosecco Superiore, manifestazione turistica per auto d’epoca ideata per festeggiare i 50 anni della Strada del Prosecco la cui inaugurazione è stata infatti il 10 settembre 1966.

Per chi volesse perdersi tra gli splendidi paesaggi collinari, culla del Prosecco, domenica 11 settembre si terrà la rievocazione storica lungo la strada del Prosecco con la partecipazione della Dama Castellana e i suoi figuranti in costume d’epoca, tamburini, sbandieratori, carrozze trainate da cavalli, cantine aperte ed iniziative di intrattenimento lungo il percorso.

Carrozze trainate da cavalli percorreranno l’itinerario storico della strada del prosecco, con partenza dal centro storico di Conegliano, proseguendo poi per San Pietro di Feletto, Refrontolo, Solighetto, Farra di Soligo, per terminare a Valdobbiadene, cuore del Prosecco.

Le cantine aperte e le iniziative di intrattenimento lungo il percorso completeranno la festa che in Veneto è uno tra gli itinerari enoturistici tra i più sentiti.

È per questi versanti disegnati dall’uomo che l’area del Prosecco ambisce all’inserimento fra i Patrimoni dell’Umanità tutelati dall’Unesco come è già avvenuto per le Dolomiti e per Venezia e la sua Laguna.

Da Jesolo fare un giro per le magiche colline dove nasce il prosecco, questo invidiabile vino è un attimo. Approfittatene!

Chiedi informazioni oppure prenota il tuo soggiorno!

hotel oasi verde

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui social

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *